Uncategorized

LA PRINCIPESSA SFANCULATA

“Perché è vera soltanto a metà!” (Ogni favola è un gioco, 1983 – Edoardo Bennato)

Peso: – 400 gr

Mia nipote è stata mollata dal fidanzato dopo quattro anni, dal suo primo amore, proprio nella settimana in cui era il mio turno di badante a mia madre. Una diciannovenne distrutta, senza prospettiva, senza futuro, una ragazza il cui cuore è stato messo in uno schiacciapatate e non c’erano uova e farina con cui si riuscisse di nuovo ad amalgamarlo. Oh Jesus io a quell’età ero così? Non lo ricordo e forse non sarei obiettivo. A 19 anni facevo del volontariato presso Amnesty International, mia nipote sa che cos’è? Magari pensa che sia un prodotto Bio, quelli di cui parla in maniera impeccabile Francesca nel suo blog Io e te, con un the. Eppure a scuola è brillante, ma a me queste nuove generazioni sembrano un po’ superficiali, senza interessi, se non quello per il cellulare o per chi posta la foto più figa su di un social network. Ho scoperto che le mie nipoti più grandi hanno creato una serie di profili falsi su facebook per mettere più like alle loro foto. Non sanno che neanche basteranno dieci milioni di like ad attutire il dolore dei calci nel culo che prenderanno dalla vita. È venuta da me perché sono lo zio preferito, quello che ha frantumato le convenzioni in famiglia (insieme alle ossa), quello che secondo lei capisce dell’amore (eh come no, io e Cupido culo e camicia), quello che in casa ride sempre e non parla mai di sé (ma poi caga il cazzo su di un blog), quello che si perde nei libri e nelle canzoni (e nella vita).

Cercare di far ridere una diciannove in crisi d’amore non è una cosa mica facile, neanche Tom Cruise produrrebbe un nuovo Mission Impossible su questo tema. Io avrei preferito provare a camminare sull’acqua, magari fare 400 rutti in 3 minuti, estirpare i disonesti da questo paese, ripristinare i neuroni a mia madre, buttarmi dal decimo piano e cadere di culo senza farmi un graffio, ma come si fa a rimettere insieme il cuore spezzato di una teenager? Ha continuato a cambiare lo status su WhatsApp ogni due ore, che in confronto Leopardi poteva essere considerato un protagonista caciarone dei cinepanettoni.

Mia nipote è venuta a darmi una mano con mia madre, in questo imperfetto cerchio che è la vita. Mia madre ha avuto dei figli, che hanno avuto dei figli a cui ha fatto da baby-sitter. Ora invece figli e nipoti fanno da baby-sitter a lei. Insieme abbiamo sistemato tutte le vecchie videocassette, quegli stessi film che mia madre faceva vedere alle mie nipoti quando le imboccava. Le drogava con i film della Disney e mentre guardavano a bocca aperta le peripezie dei protagonisti dei cartoni animati, ci infilava dentro il cucchiaio della minestra. Avevo un occhio verso mia madre, in cui magari c’era pericolo che lanciasse qualcosa giù dal balcone, poiché è nella fase della battaglia navale, e poi aveva messo le scarpe, perché ha detto che doveva andare al suo matrimonio (ma senza mio padre), con l’altro guardavo e ascoltavo i monologhi della fidanzata del giovane Werther. Io ho cercato in ogni modo di far ridere mia nipote, con qualsiasi cosa mi venisse in mente, anche perché da un lato io ho già la mia vita con una corda stretta al collo, mettiamoci mia madre, che la tira perché i neuroni sono a bagnomaria nella candeggina, dall’altro mia nipote che mi strozzava con il suo amore uscito dal testo di una canzone di Luigi Tenco. Vi prego un po’ di respiro, un orso ha pur sempre un cuore. E quando abbiamo cominciato a sistemare insieme i film della Disney, aveva la voce rotta dal pianto.

Mia nipote: “Guarda Cenerentola, lei ha avuto il lieto fine e io perché no?”

Romeo: “A parte che i topi portano malattie, soprattutto se becchi certe pantegane del Tevere, che te se magnano e te se cagano. E poi tesoro Cenerentola devi prenderla per quello che è: una colf che ha vinto al superenalotto. Ci dovremmo giocare anche noi. Non trovi?”

Mia nipote: “E la bella addormentata nel bosco?”

Romeo: “Aurora è colei che ha mandato in vacca il proverbio che chi dorme non piglia pesci. Quella gatta morta non solo dormiva, ma si è trovata uno che poi l’ha baciata, l’ha svegliata, dopo che ci ha fatto un balletto scadente nel bosco. Io in discoteca non so quante volte ci sono andato, ma nessuno mi ha cagato di striscio. Come vedi non c’era il mio principe in quelle serate. Evidentemente non hai ancora ballato con nessuno degno di essere chiamato principe.”

Mia nipote: “Che mi dici di Belle?”

Romeo: “Belle è la casalinga frustrata che sogna il camionista in calore, infatti la Bestia si avvicina al quel soggetto troglodita che piace un po’ anche a me, per i primi cinque minuti, poi ti rendi conto che dei neuroni sono necessari per averci un uomo accanto. Dai la Bestia non fa per te, più per me. Quindi sono io che devo essere incazzato con lei che si è preso uno sul mercato a cui potevo aspirare io.”

Mia nipote: “E allora Ariel? Non puoi bocciarmi pure la Sirenetta.”

Romeo: “Se prendiamo in considerazione la storia della Sirenetta, quella della Disney, non quella di Andersen (poetica, ma tragica), tesoro capisci che Ariel è la personificazione della donna che si è fatta un culo per un uomo in maniera esagerata. Voglio dire che ha messo in discussione se stessa, ha deciso di cambiare per quel pesce lesso di uomo di cui si è innamorata. Ora è lodevole, ma sarebbe bello che trovassi un ragazzo che ti accettasse per quello che sei senza dover cambiare la tua identità per stare con lui.”

Mia nipote: “Vuoi dire che finirò come Pocahontas?”

Ecco. Lo sapevo che avremmo finito di parlare di quella sfigata di Pocahontas. Perché la Disney ha deciso di produrre quel film? Tra l’altro gli incassi sono stati al di sotto delle aspettative, questo perché la gente al cinema vuole sognare, vuole vedere il lieto fine, quello che non si vede nella realtà. In fondo a mia nipote forse avrei dovuto dire la verità, che le favole esistono, ma sono lontane da quelle della Disney. Il finale delle storie non è così edulcorato e melenso, non è possibile prevederlo, sognarlo sì, ma spesso è agrodolce, come la salsa sugli involtini primavera. La sceneggiatura che la vita ci offre, non ha quella terminologia romantica delle principesse disneyane, ma spesso quella stanchezza della vita quotidiana: – puoi mettere nel cesto i calzini sporchi nel verso giusto, io ho avuto una giornata di merda quanto la tua!- Avrei dovuto dirle di scegliersi un principe, una principessa, chi cazzo le pareva, purché fosse felice, ma che le favole sono più lontane di Giove.

Le avrei dovuto dire che forse amerà un uomo che la mattina le porterà la colazione a letto, forse i primi mesi, i primi anni, se sarà fortunata tutta la vita, ma a quello stesso uomo mentre dorme scapperà una scoreggia, danneggiando quella sua immagine azzurrina. Oppure scoprirà il piacere di una serata perfetta, lui con lo smoking di Versace, bello come nessun altro uomo al mondo, una serata in cui anche la luce delle stelle sarà riflessa nei loro occhi, e poi quello stesso uomo mentre si spoglia, si toglie le scarpe e mostra gli alluci che hanno bucato i calzini facendo bubù-settete! Oppure amerà una donna che quando ha il ciclo o pre-ciclo o il post-ciclo o le rode il culo perché ha dovuto portare avanti casa, lavoro e figli farà più paura di una madre che ha sgamato il figlio nel marinare la scuola. Sì avrei dovuto dirle che i film della Disney vanno filtrati, come il the sfuso nell’acqua calda. Dirle che nella vita nessuno è perfetto, perché perfino l’amore è un compromesso, e lo devi negoziare e rinegoziare ogni giorno insieme alle lavatrici da fare, i panni da stendere, il capo stronzo, il caffè bruciato, le ansie per i figli, l’anniversario dimenticato, la pasta scotta, il girovita impazzito e milioni di altre quotidianità.

E mentre l’abbracciavo, ci siamo distratti e mia madre sul balcone ha rovesciato un secchio pieno d’acqua sopra un passante, che incazzato ha tirato giù tutti i santi. Io mortificato ho chiesto scusa, poi il tempo di riportarla in casa e metterla sul divano, che io e mia nipote abbiamo cominciato a ridere a crepapelle per quella scena dolorosamente esilarante e mia madre a ridere con noi, senza neanche capire perché. E subito dopo ho guardato prima lei e poi mia nipote, con le sue pene d’amore, e le ho detto che non lo so se troverà il principe azzurro, il ragazzo perfetto, se la vita la premierà, se sulla strada ci saranno più discese o salite, ma che non avrebbe dovuto permettere a nessun dolore, di qualunque forma geometrica, di farle chiudere la finestra a quel giorno della settimana chiamato domani.

021 Pricipessa, Orso e Cappuccetto RossoLa Principessa sfanculata, l’Orso e la svalvolata Cappuccetto Rosso.

Annunci
Standard

113 thoughts on “LA PRINCIPESSA SFANCULATA

  1. Ro…, ho due matrimoni che han fatto puff… col tempo imparerà che l unico principe azzurro di noi stessi siamo noi stessi… e che l amore è un lungo lavoro, lungo e faticoso. E che l unica cosa che dobbiamo prender dalle favole è la capacità di tenere sempre il cuore aperto. Alla fine si rompe e si rimette a posto da solo. Un pianto e si ricomincia. Accettare la vita perche tutto cambia e non può piovere per sempre. E magsri qyello che oggi sembrava sfiga diventerà una gran botta di culo. Buon lunedi caro. 😘😘😘😘😘😘

    Liked by 3 people

  2. Nicole ha detto:

    Ro nemmeno a me è piaciuto Pocahontas, se devo pensare a una principessa con uno stile di vita positivo penso a Mulan… che poi si sia fidanzata col suo capo pezzo di gnocco è un bonus.
    Comunque è bello che tu trovi le energie per fare tutto, far ridere una teenager è un esercizio mentale non da poco!
    Un abbraccio

    Liked by 1 persona

  3. Mio Rò ma quando lo scrivi un libro?? Le disavventure di orso Rò nel ginepraio della vita. Storie di un uomo dal grande cuore alle prese con favole scadute e bilance impazzite.
    Sei…..sei…..non riesco a trovare l’aggettivo giusto….. Unico, sorprendente, umano e fragile….l’amico del cuore che mi è sempre mancato.

    Liked by 3 people

    • Grazie Melina. Sono quasi sopravvissuto alla mia settimana e gli eventi di questi giorni mi affondano, mi lasciano basito. Mi sento un po’ come il pesciolino Nemo, che mi perdo… però certe parole la strada me la fanno ritrovare. Non riesco a fare la mela con il pc e manco un bacio, ti dovrai accontentare di un <3. p.s.: un libro? Chi lo sa… questo 2016 è strano, magari succede qualcosa…io mi accontenterei di un superenalotto 😉

      Liked by 1 persona

      • Mi prendo il bacio, incrocio le dita per il superenalotto e se scrivi il libro lo compro, promesso, vengo a Roma e me lo autografi!!
        Un abbraccio per la settimana difficile, la strada è difficile da seguire ma hai amici che ti aiuteranno a percorrerla 😘

        Liked by 1 persona

  4. Ciao mio splendido FarfarOrso!…
    io è meglio che non mi pronuncio di quanto le favole ( e soprattutto la Disney) siano una spaventosa presaperilculo… al solo pensiero il camionista ucraino che alberga in me sente prudere le manie lancia anatemi al cielo!… sarebbe meglio impararlo il prima possibile e vivere serene/i…
    Sei una meraviglia di persona, fare quello che fai e raccontarlo così… ti prego non smettere mai che altrimenti muoio!
    ( settimana andata, -400!!!…porcapalettasecchielloetutteleformineinfila!!!! Caro il mio fratello mancato… sei… sei… cacchio!, non esistono le parole per descriverti! e allora ti mando un abbraccio di quelli che non finiscono) ❤ ❤ ❤

    Liked by 2 people

    • Pensa io non ho avuto una sorella, anche se ad essere sincero di amiche che sono diventate gemelle omozigote ce ne sono a iosa. Ma io credo nella famiglia allargata, io credo nella famiglia dove ci si vuole bene senza troppe menate, per cui ti aggiungo volentieri e a braccia aperte 🙂 smuack!!!

      Mi piace

      • Sai che mi commuovo?… Perché io ho una sorella e avrei tanto voluto avere anche un fratello … Ma proprio tanto…
        Io credo che la famiglia sia solo un’opportunità, non credo ciecamente nei legami di sangue… Anche io sono per quelle allargate, fatte di legami reali e condivisione della vita…
        Io non so se mi posso permettere… Ma mi permetto uguale : mi sa che inizio a volerti bene 😉

        Liked by 1 persona

  5. cybilll ha detto:

    Caro Ro, ti cito: sei davvero “dolorosamente esilarante” e le tue metafore mi fanno morire! Quando pubblicherai su carta stampata ci divertiremo a fare una copertina degna delle tue parole e delle tue peripezie. Nell’attesa, continua così che vai forte!

    Liked by 1 persona

  6. …beh, alla fine ci è riuscita, involontariamente, la nonna a far ridere la Principessa 😉
    Mi vien da pensare che il ruolo di una madre (e le nonne sono mamme due volte) continui d’istinto oltre ogni “ragionevole ragione”.

    (Peso… wowowowowow!!!! 😀 )

    Liked by 1 persona

  7. Ho trovato toccante il modo in cui parli dell’amore … Perchè è ASSOLUTAMENTE come lo hai descritto ed è anche per questo motivo che è mille volte più coinvolgente, divertente ed entusiasmante di quello raccontato nelle favole.

    Mi piace quella punta di ironia che inserisci in ogni tuo scritto!

    Liked by 1 persona

  8. Ma stai scherzando forse?
    Tu vorresti dirmi che il mio blog è “Orso Romeo APPROVED”??????
    Non ci posso credere! Sono di una felicità che non raggiungerei neanche se mi avessero proposto un super contrattone per veleggiare la mia chioma a favore di uno shampoo! (anche perchè, diciamocelo, con la mia grazia degna di una slavina al primo giro di capelli mi partirebbero i cervicali, perderei l’equilibrio sfracellandomi addosso all’operatore video….e non sarebbe nulla di bello da vedere…..).
    Sono troppo emozionata e felice ma anche triste dopo aver letto le vicissitudini di tua nipote perchè a quell’età l’amore è qualcosa che forse non si conosce del tutto, ma di cui non si può fare a meno.
    E le delusioni ti lasciano cicatrici profonde, ma un dolore mooooolto più orrendo da vivere, un pò come i famosi “gradi percepiti d’estate” che se fa caldo fa caldo, invece no, ti “sembra” ancora più caldo”…che culo!
    Comunque sono contraria all’idea del principe azzurro, anzi, se una persona è azzurra c’è solo una cosa da fare ed è chiamare il 118 perchè deve essere in arresto cardiaco o respiratorio (o entrambi….).
    Le principesse Disney hanno ricevuto una sonora batosta dalle principesse contemporanee che a differenza di quella matta che va ad occupare case di nani perchè l’hanno sfrattata, o a quell’altra cretina che si fuma roba tagliata così male da parlare coi topi e da riuscire addirittura a camminare con delle scarpe di cristallo (dai, seriamente? senza poterle piegare tu vuoi farmi credere che questa ballava e CORREVA pure? 😐 ).
    Ora le principesse sono come Fiona di Shrek, una donna con i fianchi generosi che trova romantico scoreggiare nell’idromassaggio perchè aggiunge bolle, più normale e realistica….
    Pensa poi a come una situazione tragi-comica come quella di tua madre che annaffia i passanti, sia servita per ridare un pò di luce al cuore triste di quella ragazza (ci spiace caro passante, ma a volte è necessario rompere qualche uovo per fare una frittata! Dai su, ti asciugherai!).
    Nonostante il fatto che racconti una vita apparentemente drammatica e imperfetta, riesci sempre a trovare un lato positivo e a trasmetterlo a chi ti legge, non so come ci riesci ma non sbagli mai un colpo, neanche un lunedì!
    Ti abbraccerei se potessi, ma non riesco a chiudere le braccia oggi perchè mi si è conficcato un ferretto del reggiseno su una ascella, però fai finta di riceverlo comunque un abbraccio ok? Grande coooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooosi!

    Liked by 1 persona

    • Ma perchè creevi di non avere Orso Romeo APPROVED??? Scusa ti seguo e ti leggo (che non necessariamente vanno di pari passo su wordpress) e poi mi diverto perchè parli di cose bio e non bio con leggerezza. Sulle favole che dirti il mio principe orso comunque lo sogno, magari biologico e filtrato… in fondo quando la realtà ti prende già abbastanza a calci, a qualcosa dobbiamo credere. E comunque se tu sei Fiona, io sono Shrek… 🙂 e il passante ha tirato giù tante di quelle madonne, che manco mia nonna quando andava in chiesa l’ha nominata così tante volte. Ricambio abbraccio, e te lo invio senza problemi…non ho reggiseno.

      Mi piace

      • Sono una persona timida che ci vuoi fare mi emoziono facilmente, avere l’assoluta incontrovertibile certezza che sono “approvata da orso” è più figo e importante di avere l’iso 9001 😳
        Sul principe mah, io sto tentando di insistere con fermezza ma si fa sempre più strada la possibilità di condividere vita e affetto con dei gatti e cani 😭 ma mai disperare perché a volte la vita qualcosa ti riserva, magari una secchiata d’acqua, magari una sorpresa piacevole, magari na gran fregatura insomma qualcosa arriva basta esser preparati a prendere il meglio (madonne comprese, anche se oggi è Sant’Antonio da Padova, noto con onore che i passanti bagnati-passanti fortunati sono devoti 😂😂😂😂😂)
        Vedi che tu già sei fortunato? Niente reggiseno, niente ferretto satanico ficcato dell’ascella che tra parentesi fa un cazzo di male esagerato!
        So che da una principessa del mio calibro certe parole non sono adeguate, ma esagerato lo dovevo proprio dire!!!!

        Liked by 1 persona

      • Dalla tua bocca tali parole hanno il sapore della scolaretta un po’ discola e quindi le puoi dire tranquillamente 😉 Sì speriamo che la vita ci riservi qualcosa .. echecazzo no? 😉

        Liked by 1 persona

  9. Mi piace l’interpretazione che hai dato delle varie vicende amorose, disegnandone un quadro reale. I bambini han bisogno di storie per aver voglia di crescere, ma poi, una volta arrivati al traguardo, hanno diritto di sapere la verità… 😉
    Sono d’accordo con Mela, devi scrivere un libro, hai argomenti e qualità per farlo.
    Tua nipote (e non solo) è fortunata ad avere te!

    Liked by 2 people

  10. sempre detto che ha fatto più danni la Disney di nessun altro….. a noi donne inguaribili romantiche che sempre ci confrontiamo con quelle principesse senza speranza. e tu che hai meravigliosamente smontato le favole ne hai mostrato tutti i punti deboli e tra una risata e una riflessione quanta realtà un quelle favole deformate. romeo….. uno zio come te che prezioso gioiello, sicuramente hai regalato una tregua alla tempesta emotiva della tua adolescente nipote….. ma come è difficile a volte cercare di dare uno spiraglio….. io oggi così come sono disillusa e delusa non saprei da dove cominciare. so solo che nonostante tutto l’errore sta nelle aspettative ….. perché verranno sempre tradite haime. delusione dopo delusione forse si impara a essere un po’ più forti e gommosi quel tanto che basta per far rimbalzare lontano la negativita. un bacio Ro’

    Liked by 1 persona

  11. Ho letto qualche commento mentre scendevo e devo dar ragione: l’unico principe azzurro della sua vita deve essere lei! L’amore arriverà e se non arriva, pazienza, ci sono tantissime cose meravigliose nella vita che possono sostituirlo benissimo 🙂 a 19 anni è ancora un pulcino (parlo io, che avrò si e no 3 anni più di lei!) e ha ancora tanto da poter vedere!
    Però povera Pocahontas, lasciatemela in pace! La mia preferita è Belle, ma vuoi mettere che la Bestia ha quella biblioteca? Eddai. Però quella che mi piace ancor di più è Mulan :3 nessuno ne parla mai, ma lei ha le palle! Ecco: Brave! Falle vedere quello, lei lo dice che non ha bisogno di un uomo 😀
    Bellissimi i tuoi calzini ❤

    Liked by 1 persona

  12. E io quando ti leggo mi commuovo, mi diverto, rifletto (mangiando caramelle), penso a quanto tu sia grande e meraviglioso…e a come tu riesca a dare un senso al tutto, ai cerchi imperfetti! E al tuo modo di raccontare, di far entrare nella tua vita appassionandoci e facendoci piangere un po’… Però le parole giuste non le trovo mai, tolgono quasi le mie parole…basti tu! 😘 buona serata Ro!

    Liked by 2 people

  13. Te la cavi bene come zio, mi sembra, d’altronde se si è rivolta a te non sarà un caso, no? E c’hai ragione su tutta la linea, e poi le tue chiuse sono sempre perfette…
    Buona settimana. Non riesco a immaginare come possa sentirti quando scrivi di tua madre, cosa ti passi per la testa mentre digiti “svalvolata”… Stammi bene.

    Liked by 2 people

    • Quando scrivo svalvolata, lo faccio talmente di fretta e capita pure che sbagli 😀 Mia nipote si è rivolta a me perchè mi vede come l’anticonformista della famiglia, in realtà sono solo una persona (come tanti) pieno di casini 😉 a quando il tuo prossimo spunto da asporto?

      Mi piace

      • La fretta ci sta, ci sta eccome, e gli errori rendono tutto più vero, più vivo, vuol dire che pensi più a ciò che scrivi piuttosto che a qualche lettera dispettosa…
        Dici eh? Però da qui (vabbè sono lontano dirai) sembri ben incamminato sulla strada della saggezza…
        Argh non lo so, mi manca ancora la parte più importante… però poi vedrò di farlo durare almeno due settimane cavolo! 🙂
        Ciao ciao 🙂

        Liked by 1 persona

  14. Le favole Disney e i film romantici hanno rovinato e continuano a rovinare intere generazioni…da piccola avrebbero dovuto farmi vedere Via col vento h24 :solo così forse avrei capito, senza zio saggio e simpatico, che l’unico happy ending possibile é quello del “domani é un altro giorno”! Sei sempre unico!

    Liked by 1 persona

    • Il film l’ho visto un sacco di volte, adesso lo devo vedere in lingua originale e ho letto anche il libro di Via col vento (ma è meglio il film, perchè il libro racconta molto della guerra americana, che un po’ stanca)… ehh sì domani è un altro giorno, qualcuno potrebbe dire: di merda! Ma noi pensiamo positivo 😀 “Unico” per fortuna di chi mi è accanto, altrimenti sai che giramenti se ci fossero altri cloni 😉 grazie presa blu (oggi indosso calzini a righe di tutte le sfumature blu!)

      Liked by 1 persona

  15. Romeeeeeee! Buongiorno! Non ce l’ho fatta a leggerti prima! Ma questa coccola che mi son concessa prima di dormire è stata troppo bella!
    Mi son scompisciata immaginando te e cupido come culo e camicia!
    Mamma quando ho inciampato nel tuo blog eri ancora arrivato da poco e da subito con la prima frase del tuo post mi hai stesa e da li i tuoi post sono diventati una droga! Ora a distanza di poco tempo sei diventato richiestissimo e fra un po mi ritroveró a chiederti la dedica sul tuo libro?!
    Che tu sei speciale! Che è particolare come cercavi di consolare la nipotazza! Che tua mamma in un secondo ha risolto tutto…!
    …che di consigli ne puoi dare quanti puoi ma la verita è che ci deve sbattere la capa, proprio come abbiamo fatto noi che magari ce la siamo pure rotta…
    Il fatto é che le favole e i principi esistono, solo che magari non sono azzurri…
    Voglio i tuoi calzini!
    Dopo la solita divima commedia dove alla fine ribadiscoche son pazza di te, timidandomi evaporo!
    E non fare le puzzetta! Cià

    Liked by 1 persona

    • Alè lo so che non hai potuto leggere prima che eri incollata al televisore a vedere la partita dell’Italia…. 😀 😀 Il mio quartiere mi ha fatto sapere chi ha segnato e quante volte, tutti a urlare! Sei sempre troppo buona con me, poi io dimagrisco ai tuoi complimenti 😀 e poi si avvicina il momento in cui si prenderà sto caffettuccio insieme. Mia nipote capirà, e che si tende sempre a proteggere gli affetti dagli errori o dal dolore, ma aihmè da quello impareranno, come lo imparerà Lia, ma almeno ci sarai te che le tenderai la mano quando inciamperà 😉 Cià Cià Cià

      Liked by 1 persona

      • Tesoroneeeeeee! E ma io quando leggo a te mi coccolo… So che mungi solo il lunedi e se ho poco tempo durante il gg me lo lascio per quando so che posso gustarmelo come un pocket coffee! Cetto cetto stavo incollata al televisore a vedè… Le winxs 😅😅😁😁
        Trema trema che fra due lunedi andiamo a fare i turisti insieme… Emh… Non lo sapevi, ve? 😁😁😁
        Solo che giâ io starò imbarazzata per incontrare cotanta roba orsettolesca, poi tu sei abituato a fatte le maratone… Ti starò dietro? Km quanti ne vuoi, basta che non corriamo senno me serve ossigeno! 😁😁😁
        Fico! Se i complimenti fanno dimagrire mi metto davanti allo specchio e me li autofaccio! 😅
        I consigli si danno sapendo che non verranno seguiti… E poi meglio sbagliare con la propria capa, che con quella degli altri…
        Eh tasto dolente… Per lia ci saró, ma come tutti i genitori sempre un passo indietro… Azz!

        Liked by 1 persona

      • Dai che sei brava con Lia, un passo indietro per forza, la guardi ma la lasci andare e poi andremo insieme a vederla quando farà le gare con la motocicletta 😉 Lia Rossi 😀 Io sono imbrazzatissimo, ma issimo e issimo …. sì mi piace camminare, diciamo che quet’anno sto facendo il bravo e quindi cammino il più possibile, mi devo anche compare un paio di scarpe estive che non ho. Sperando acnhe di non beccare una giornata troppo calda, che ce squajamo, però adesso è ancora accessibile! 😉 cià (cit.)

        Mi piace

      • Ecco beh… Ma non potrebbe fare gara di burraco? 😁😁😁
        Scusa ma non mi si apriva wp… Uffa!
        Wow! Vuol dire che hai accettato e ci caffettiamo fra due lunedi?
        Mo muoro! Mi ci vuole il defibrillatore! 😁😁😁😁
        Ma parlamo o se timidamo? 😁😁😁
        Bravo che cammini… Fa bene e tu hai costanza! Voglio vedere i calzini pero eh!
        Buona cena orsotto!

        Liked by 1 persona

  16. LuminariaSprecata ha detto:

    Sempre più saggio, Orso Rò! Mi piace proprio tanto leggerti. Con apparente leggerezza, racconti la vita in maniere scanzonata; condisci le tue parole con sale ma lasci trapelare tanta dolcezza. Hai la saggezza di chi ha visto la vita con occhi disincantati e prova a raccontarla, affacciato sull’abisso ma con lo sguardo sempre verso l’alto.
    Un abbraccio

    Liked by 1 persona

  17. Mentre leggevo, immaginavo tutta la scena e non so se provavo più tenerezza per te, zione altruista pieno di casini e pronto ad ascoltare, passare fazzolettini e dare consigli o lei, piccola diciannovenne dal cuore spezzato. E in tutto sto popò di dolcezza, mi è scappata una gran risata e un “mitica !” alla mamma che tira secchiate d’acqua dal balcone! 😀

    Liked by 1 persona

  18. Questi aneddoti (non è il primo che leggo 😉 ) sono talmente esilaranti, profondi e scritti bene che non sembrano veri!
    Comunque io una volta cresciuta (ho appena 4 anni in più della tua principessa sfanculata) Pocahontas lo apprezzata! Almeno lei è anche esistita veramente, e comunque nel sequel viene sfanculata da John Smith e ne trova uno più ricco (ben ti sta John!).

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...