Uncategorized

TESTA, VAGINA O CUORE?

“L’amore ti confonde così tanto da non dar pace alla mente” (Heart of Glass, 1978 – Blondie)

Peso: – 200 gr

27/6/2016 ore 11:23 Candy: “Rom stasera mi fai uno squillo a casa? Volevo parlarti di una cosa. Come al solito non rispondi mai! Sei al centro estivo? Call me darling! Kiss.”

Ecco la Candy. Che cosa mi voleva dire? La conosco da oltre vent’anni, anche lei è annoverata tra le mie amicizie storiche. Quando non sono con la testa su questo pianeta, parlare con lei a volte diventa un po’ faticoso. È una ragazza straordinaria, generosa, presente, disponibile, ma le manca il dono della sintesi. Se le chiedi come stai, parte dalla teoria del Big Bang, passando per l’era mesozoica, fino ad arrivare all’invenzione della moka elettrica, solo per dirti che ha un leggero mal di testa. Abbiamo una serie di cose in comune, “gli spigoli caratteriali”, siamo angoli di un tavolo dell’Ikea, a volte ci irrigidiamo su alcune cose. Madre lingua inglese, che vive di contratti a tempo determinato, in giro per il mondo per scavi archeologici, dall’Africa all’America. Escludendo quest’anno la breve parentesi della mia vacanza a Barcellona, con lei ho fatto il mio ultimo viaggio cinque anni fa. Eravamo andati a Berlino insieme, solo noi due, dopo quasi vent’anni di amicizia. E siamo sopravvissuti! Io alla sua tiroide impazzita e alle sue quattrocentocinquantamila parole, lei al mio ciclo gay e ai miei improvvisi blackout. Le convivenze, lavorare insieme e le vacanze sono tre cose che possono incrinare un’amicizia. La nostra in quel viaggio si è rafforzata, ci siamo aperti su questioni personali come non avevamo fatto mai. Diciamo che nel gruppo siamo la coppia di fatto. Quelli single e senza figli. Ai matrimoni ci ritroviamo sempre nello stesso tavolo, che io chiamo quello degli sfigati, e alle feste di compleanno dei figli dei nostri amici oramai difficilmente veniamo invitati, chi perché pensa che ci rompiamo le palle, tra macchinine e mocciolo, e chi semplicemente non c‘invita perché di figli non ne abbiamo.

Quando poi lunedì sera l’ho chiamata, nelle sue quattrocentocinquantamila parole sono riuscito a filtrare il nocciolo della questione. Un uomo. Un suo collega, che sarebbe partito il sabato mattina per Chicago. Si dovevano vedere il venerdì sera.

Candy: “Oddio adesso che faccio?”

Romeo: “Divertiti e lasciati andare! La vagina ha bisogno di fare un po’ di fitness!”

Poi è venuto a galla, dopo altre quattrocentocinquantamila parole, che a lei piaceva. Siamo stati al telefono dalle 22 alle 1.30 di notte. Io avevo la sveglia alle 5.30 ed ecco che la questione di cuore di Candy aveva preso buona parte del mio riposo. La cosa mi ha fatto anche un po’ sorridere, prima perché dall’esterno siamo tutti insegnanti, ma quando la questione la viviamo sulla nostra pelle siamo studenti ripetenti. E poi io? Io che la settimana scorsa l’unico diario che non sono riuscito ad aprire è stato quello del 2001, dove c’è LUI. Io che ancora ricordo il suo cellulare a memoria e che ogni tanto lo memorizzo per vedere il suo ultimo accesso su WhatsApp o la foto del suo profilo. Se c’è un’altra cosa che io e Candy abbiamo in comune è quella straordinaria capacità di finire nella rete di certe teste di cazzo. Ed ecco cosa la bloccava. La sua precedente relazione. Finita malissimo. L’incapacità di rimettersi in gioco.

Candy: “Rom ma secondo te potrebbe funzionare una relazione a distanza?”

Romeo: “Non lo so, chi può dirlo. Magari sì, in fondo non hanno funzionato quelle nella stessa città.”

Testa, vagina o cuore? Esiste una proporzione matematica delle tre più importanti variabili di una relazione umana? Se la testa sta alla cautela. La vagina o l’uccello stanno al divertimento e al piacere. Il cuore a cosa sta? A un salto nel buio? E tutte le infinite sottovariabili che ci sono oltre queste? Io quando avrei dovuto usare la testa, ho usato il cuore e altre volte che ho provato a usare la testa, l’altro ha ragionato solo con l’uccello. Ecchecazzo! Penso alla coca-cola, al successo di questa bevanda, che è in assoluto la parola più famosa nel mondo. Mi chiedo: qual è il suo ingrediente segreto? Esiste davvero? Dicono di no, che è stata anche pubblicata la ricetta, che è solo una questione di dosaggio degli ingredienti. Allora se il segreto è il dosaggio: quanta parte del cuore dobbiamo dosare in un nuovo amore, per non rischiare di farci di nuovo male? Sulla carta d’identità siamo anagraficamente dei quarantenni, ma la nostra età biologica qual è: 15, facciamo 17 dai. Sembriamo adolescenti scottati dal primo amore, che faticano a credere in una nuova occasione, che non la cercano. Ancorati ad amori passati che condizionano il presente. In fondo ci facciamo ugualmente male, anche se siamo stati cauti e attenti. Nessuno è esentato dalle variabili che nella vita s’incrociano. Viviamo in tempi dove scienziati, medici, ricercatori o chicchessia si sono concentrati a stirare la pelle con la vaporella per farci apparire più elastici, a rendere degli airbag le tette delle donne, a riattaccare un uccello evirato o a rimuovere il grasso dal culo per metterlo in faccia. Per carità tutto lecito. Ma c’è qualche medico, scienziato, disposto a risanare un cuore spezzato? C’è qualcuno che sa come mettere un cuore ferito al centro di un campo da calcio per ricominciare una nuova partita? In fondo non è solo tecnicamente l’organo che ci permette di vivere, è anche quello che ci fa commuovere quando vediamo un film, quando ci perdiamo in un libro, che ci fa dire grazie a chi abbiamo accanto, che crea empatia verso un immigrato, un diverso, verso il vicino di casa che in estate si rende disponibile a innaffiare le piante o verso il panettiere che dice semplicemente buongiorno, tra il profumo della pagnotta appena sfornata. Microsoft allora pensaci tu, crea un cestino nel cuore, come quello sui PC, dove eliminare i file indesiderati, per poi svuotarlo! Peccato che il cuore è un po’ come una tazzina piena di caffè, se non la lavi bene, sul fondo resta l’alone nero. E quell’alone ci lega le gambe e così è più difficile fare quel salto nel buio.

Il venerdì Candy non l’ho sentita. Non le ho inviato nessun messaggio. Non mi andava di metterle ansia, e questa è un’altra cosa che abbiamo in comune, siamo come il vino, prima abbiamo bisogno di decantare, ma sabato è arrivato il suo sms. Ci siamo visti domenica a casa sua, io avevo bisogno di una supervisione sulle traduzioni che sto facendo. E prima che cominciasse lei con le sue quattrocentocinquantamila parole, ho avuto il tempo di dire, più o meno, le mie cinquanta. Le ho detto che sono stanco di un sacco di cose, che con la dieta arranco un po’, che non vado in palestra perché esco di casa alle 6.30 per tornare alle 18 e poi con la testa sul computer a fare le traduzioni fino alle 22 circa, che leggo i libri sui mezzi, che non mi fermo mai, che la domenica non so ancora cosa pubblicherò il lunedì, il giorno dove affronto me stesso sulla bilancia. E a quel punto le ho chiesto se potevo scrivere di lei. In fondo è stata la prima in assoluto, tramite mail, a seguire questo blog. La prima che ha dato fiducia alle minchiate che avrei scritto. E quando mi ha autorizzato, ho costatato come negli anni siamo cambiati, certo da quadrati non siamo diventati tondi, ma almeno abbiamo messo un paio di paraspigoli agli angoli del nostro “tavolo caratteriale”, per farci meno male. E quando è partita a raffica con le sue quattrocentocinquantamila parole, io inzuppavo i biscotti d’avena e mandorle in uno schiumoso cappuccino senza zucchero, in attesa di ascoltare quelle tre fondamentali: testa, vagina e cuore. Qual è stata la sua scelta? Scriverla è irrilevante, posso comunque dire che io c’ero, come lei c’è sempre stata tutti questi anni per me.

024 Candy and MeCandy & Rom ❤

Annunci
Standard

83 thoughts on “TESTA, VAGINA O CUORE?

  1. Bellissimo Rom. Credo di esprimere un pensiero comune nel dirti che il lunedì mattina, sul treno, vado sempre alla ricerca del tuo post. Detto questo, ahimé, sto sempre dalla parte del cuore (e, a tratti, della vagina). Tutto sommato mi trovo bene, anche se alle volte mi acchiappo delle bastonate epocali!!!! Buona settimana ☺

    Liked by 2 people

  2. cybilll ha detto:

    Caro Ro, la Candy è un mito (e questo si sapeva già) ma tu sei il re delle similitudini e, come sempre più spesso accade, hai tirato fuori un altro coniglio dal cilindro!!
    Siamo pronti per la pubblicazione!!! ;-))

    Mi piace

  3. luminariasprecata ha detto:

    Ti adoro, perché riesci a dar voce ai miei stessi interrogativi con una saggezza straordinariamente poetica. Quel cuore quanto danni fa, quando resta intrappolato nel passato senza trovare il coraggio e l’entusiasmo per ricucire le ferite e rimettersi in gioco! Urge Dottor Stranamore! Ti abbraccio forte

    Liked by 2 people

  4. non so che dire… perché mi stupisci ogni volta ( per come scrivi e per cOOsa scrivi) e perché proprio, davvero, sul serio… NON SO COSA DIRE.
    Allora ti mando un abbraccio stritolaorso e come Mela, invidio chi ha la fortuna di averti accanto in carne ossa e calzini :-*

    Liked by 1 persona

  5. 😭 non ho ricevuto l’avviso del nuovo articolo, ho sofferto finché non mi sono decisa a cercarlo direttamente sul blog….paura vera…
    Mi piace l’idea dello svuota cestino ma sono sicura che qualche traccia di file rimanga sempre bene o male, specie in chi ha una sensibilità tale da usare tutte e 3 le possibilità insieme (testa pisello/vagina e cuore)….
    Il salto nel buio e la paura di soffrire ancora a volte ci frenano, cosi soffriamo per non aver provato, essere soli e avere rimorsi su quanto avremmo potuto avere (io sono laureata in rimuginologia quindi lo so per certo….).
    L’amore è luminoso come una stella ma vasto e sconosciuto come lo spazio, purtroppo se tutti avessero saputo dal principio come sarebbero andate le loro storie Adamo si sarebbe mangiato un’arancia e magari non gli sarebbe piaciuta…..
    Un bacio col burrocacao alla menta 💋

    Liked by 3 people

    • Aò Fra mi stupisci sempre nelle tue risposte. La laurea in rimuginologia è fenomenale, magari con quella si trova lavoro. Tu dici l’arancia? Io dico la banana ….. 😀 Grazie. Ed è vero quello che dici.

      Mi piace

      • Magari si trovasse lavoro con quella laurea, io che ce l’ho posso dire che sto ancora alla ricerca mannaggia….
        comunque qua Romeo l’unico che stupisce con gli articoli sei tu, riesci a regalare spunti di riflessione davvero profondi anche parlando di rutti (sia chiaro che vuole essere un complimento anche se un pò mal formulato…!)

        Liked by 1 persona

      • 😀 😀 Io sono laureato in tuttologia, per cui per me è più che un complimento. Per il lavoro chissà, anche te credo che neaighi nelle mie stesse acque, in fondo la vita. l’amore, il lavoro …. è sempre fottutamente questione di culo!! Io ce l’ho fisicamente, mi manca quello virtuale, ma non buttiamo la spugna 😉

        Liked by 1 persona

      • Non si può buttare la spugna, non è mica colpa sua poi s’offende e io non ci riesco a sapere di avere abbandonato una spugna triste dopo aver visto spongebob…
        pure a me il culo non manca in fattore “carne” ma non sono mai riuscita ad avere la cosiddetta e molto più utile faccia di culo, che pare ti porti in lidi molto migliori rispetto alla chiappa xl….

        Mi piace

  6. Ciao Romeo! Bellissimo quadro di un’amicizia autentica che non solo ha retto un viaggio ma che resiste alle n parole vs. le tue 50. Mi sento un po’ Candy, trovo sempre qualcosa da dire nonostante l’altro (in questo caso tu) abbia già sviscerato il tutto. Mio marito non accende la radio in auto, pensa un po’ 😂
    Tornando seri, hai posto una questione importante. La scelta. Risponderei con un laconico e neutro “dipende”, poi scivolo inesorabilmente sul cuore, inteso come passione (non solo amorosa), energia, sfida. Sono così da sempre e con gli anni l’intensità non è svanita. Le delusioni sono talora direttamente proporzionali, vero, ma basta metterlo in conto, e si vivono momenti irripetibili. Forse la mia idea è quella di un cuore che ragiona. Possibile questo ossimoro?
    Ho chiacchierato troppo, come Candy che mi saluterai. Ma mi è quasi impossibile dopo aver letto parole come le tue!
    ‘Notte o buongiorno Romeo, a scelta 😉
    Primula

    Liked by 1 persona

    • La Candy l’hai salutata te, perchè sta leggendo. Un cuore che ragiona? Sarebbe un ossimoro meravglioso, magari in questo modo in quel salto nel buio potremmo vederci un po’ di luce 😉 Grazie

      Mi piace

  7. e come sempre mi hai squarciato la pancia e ci sei entrato dentro e poi ti sei arrampicato e arrivi su su al cuore……….! come fai!
    posso ripetere che sono follemente pazza di te???
    essendo anche io moooooolto prolissa, stavolta mi taglio le ditine e mi fermo!
    pero ribadisco evviva l’amicizia, quella vera! che ti fa dire io c’ero, e che fa dire a candy lui c’era!
    Che bei piediniiiii!!!!!! un po’ di invidia per le mie barche! 😀
    ps… na cosa sola…. il tempo leviga, ma non fa scomparire del tutto…. come la goccia che nel tempo buca la roccia piu dura. poi l’acqua con la marea che passa su quella roccia, può levigare e rendere meno profondo il buchino, ma non lo chiuderà mai… perchè ognuno che ci cammina accanto per un po, e ci entra nel cuore, se ne porta via un pezzettino… però poi il nostro cuore è talmente grande e meno scemo di quanto pensiamo, che mette quel buchino da una parte e fa spazio a nuove robe e nuove emozioni!
    eh e rome, spero che tu camminerai accanto a me ogni tanto!
    ps…. spostando nel cestino e poi eliminando i file dal pc, non si cancella dal computer lo spazio vuoto, bisogna formattare… ma io il cuore, anche se fa male, non lo formatterei mai!
    e come al solito mi sono emozionata e ho scritto n’altro poema!
    arips… ora che i tuoi amici lo sanno, di sicuro ti inviteranno alle feste dei loro figli, ma se proprio ne senti la mancanza il 23 novembre sei lo smocciolatore ufficiale della festa di lia! 😀
    aripps…. non rileggo mai i commenti e i post prima di schiacciare invio…. perchè trovo giusto scrivere quel che mi esce di pancia, quindi mi scuso per gli errori e se ci sono nonsense!

    tuo giulietto!

    Liked by 3 people

    • Mio Giulietto bellissimo quello che hai scritto. Ora ho gli occhi in salamoia. Sul cuore ti do ragione, anche se sai quando si sta male si vorrebbe formattare tutto, però sono sempre le esperienze più dolorose quelle che ci formano e ci fanno crescere. Sul cammino qualche volta insieme? Ora lo stiamo facendo virtualmente, domani magari per il centro di Roma. Il 23 novembre? Me lo segno e non lo posso dimenticare perchè era il compleanno di un testa di caizer che ho conosciuto qualche anno fa 😉 ma nulla a che fare con la tua bellissima Lia

      Liked by 1 persona

      • bellissimo quello che scrivi tu! riesci a creare empatia col lettore… non è da tutti, davvero…. da amica di blog, io non riesco proprio a non venire a leggert perchè tocchi sempre sempre qualcosa anche di mio… e immaginoanche degli altri che leggono… perchè parli di te e delle esperienze,.. delle gioie e delle tristezze… tutte cose che fanno parte della vita…. anche io sinceramente sono fortunatissima perchè ho molti amici, e il numero giusto di AMICI. Con una poi capita che non mi ci senta per mesi, ma so che lei c’è e lei sa che io ci sono e per lei scalerei l’everest sotto la tormenta stellare piu enorme che esista…
        io credo tantissimo nell’amicizia. la metto sullo stesso piano dell’amore…. e credo che entrambi vadano coccolati e alimentati giorno per giorno…
        che bello camminare virtualmente con te!
        ma come MAGARI LO FAREMO NEL CENTRO DI ROMA! sappi che ti ho fatto il verso! SICURAMENTE lo faremo… disgraitello!
        baciuzzi!

        Liked by 1 persona

      • tu parli sempre di cuore, ed è una bellissima cosa. Sull’amicizia si è capito come la penso e la vivo da questo blog 😉 al cento di Roma safebbe una figata, io tra un po’ saprò se lavorerò ancora al centro estivo, purtroppo ci sono dei problemi e questo potrebbe non garantire la mia presenza. E su qesto dobbiamo aggiornarci. Ma in vacanza tu vai??

        Mi piace

      • Rome bello io parlo di quore quando c’ë da parlare di cuore e soprattutto con chi se ne puo parlare! Ma essendo umana mi inghezzo e divento pure l’esorcista… 😅😅😅
        Pero il fatto che il mio cuore sia un po scemo è vero!
        Si si capisce benissimo quel che pensi tu! Mannaggia… Pure i problemi al centro estivo mo… Beh senti il vederci deve essere un piacere e non un obbligo eh!
        Io credo andro a luglio qlc week end a nettuno e ad agosto una decina di gg sempre a nettuno che i miei hanno casa! Non vedo l’ora di schiaffarmi in mareeeeeee!

        Liked by 1 persona

      • Si ci si incontra dai … considera che ad agosto, ad eccezione della settimana di ferragosto io ci sono. Comunque speriamo di vederci prima. Io lo so di settimana in settimana quello che farò.

        Mi piace

  8. Ma che bello questo articolo!
    Io sto assolutamente dalla parte del cuore… un bel 90% non glielo leva nessuno. …che tanto poi si va sempre a finire dove vuole lui o a fare e dire ciò che lui vuole fare e dire. E gli altri due ingredienti non se li fila più nessuno!
    Buona giornata 🙂

    Liked by 4 people

  9. Ogni storia ha vita diversa, dipende da cosa stiamo cercando, di cosa abbiamo bisogno in quel momento e dipende anche dalla persona che abbiamo di fronte. Non illudiamoci che sia sempre il cuore a farla da padrone, a volte è un alibi che ci diamo per legittimare ciò che ci interessa…

    Liked by 1 persona

  10. che meraviglia di post, mio amico virtuale ma così reale nel percepire ….. posso dirlo? io che settimana scorsa ho chiesto ragione o sentimento….. dimenticando un dettaglio fondamentale……
    tutti ci portiamo l’esperienza…… positiva e haime negativa di cui non possiamo liberarci più.
    così il cuore segue anse (pure ansie) obbligate….. e le paure son tenaglie che stringono.
    io non ci riesco ad affrontare tutto a nuovo….. così porca miseria entra in gioco sempre la testa e la memoria….. così le ferite si riaprono, così non si riesce a tornare ad essere innocenti e liberi……
    oggi vivo la mia storia con le ferite di altre almeno 5 importanti storie……. (tralasciamo adolescenza e post adolescenza ) e le cose meravigliose della presente storia? uff…… subissate di domande….
    ecco ragione sentimento…… o…..?
    io ci metterei un po’ di ragionevole cuore condito di sano divertimento….. ma onestà e sincerità al primo posto su tutto. che quando si è grandi ci vuole eccome un po’ di intenzione seria….. giusto? eppoi come diceva un’amica di famiglia immaginati una bilancia su cui da una parte metti i si è dall’altra i no…. ne basta uno di troppo per far pendere la bilancia…. ecco quella è la risposta!

    Liked by 1 persona

  11. L’hai detto Romeo: il segreto sta nel dosaggio. Penso che il segreto di una buona relazione equivalga all’attenzione che hai quando cucini. Basta un pizzico di un ingrediente in più o in meno per creare un piatto luculliano o una schifezza immangiabile. Certo che se te cucini cannelloni e quell’altro vuole un tiramisù, alla base c’è un problema di comunicazione e qui si aprirebbe un altro capitolo…..aiuto!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...